La Nostra Storia

Iniziata 30 anni fa, è scandita dalla violenza quotidiana del Brasile, dalla figura della Chiesa cattolica, dal supporto della comunità locale, del governo brasiliano, di organizzazioni filantropiche e dei volontari di tutto il mondo.

La Nostra Storia

Iniziata 30 anni fa, è scandita dalla violenza quotidiana del Brasile, dalla figura della Chiesa cattolica, dal supporto della comunità locale, del governo brasiliano, di organizzazioni filantropiche e dei volontari di tutto il mondo.

1978

16 giugno

ARRIVO IN BRASILE

Padre Renato Chiera arriva in Brasile, nella Baixada Fluminense. Dalla diocesi di Mondovì, in Piemonte, si sposta in quella di Nova Iguaçu, nella periferia di Rio de Janeiro, per operare come parroco a fianco di un popolo povero e marginalizzato.

 

 

 

1982

1 novembre

L’INCONTRO CON PIRATA

Padre Renato trova nascosto nel suo garage un adolescente conosciuto come Pirata, ferito e ricercato dalla polizia. Lo accoglie nella sua casa e lo aiuta a inserirsi nella comunità.

 

 

 

1984

Gennaio

ARRIVO DI PADRE RENATO NELLA PARROCCHIA DI SÃO MIGUEL ARCANJO

 

 

 

1985

7 febbraio

MARCADO PARA MORRER

Un giovane, nella lista di quelli “marcados para morrer”, ovvero da uccidere, si rivolge a Padre Renato chiedendogli: “Padre, nessuno fa niente. Io non voglio morire”. Questa frase fece riflettere Renato sulla frase del Vangelo “Quello che avete fatto al più piccolo lo fate a me..” (MT,25,40).

 

 

 

1984-86

ATTIVITÀ DI ALFABETIZZAZIONE CON BAMBINI E ADULTI IN VARIE COMUNITÀ POVERE

 

 

 

1986

12 ottobre

NASCE UFFICIALMENTE LA CASA DO MENOR

In risposta al grido di aiuto di molti bambini e giovani, il 12 ottobre 1986 nasce, nella periferia di Rio de Janeiro, la Casa do Menor Sao Miguel Arcanjo, nome scelto dagli stessi bambini che sentivano la mancanza di amore.

 

 

 

1987

LA CASA DO MENOR SI ESPANDE

Grazie al supporto della diocesi di Nova Iguaçu e dei giovani della comunità, il progetto di Padre Renato cresce sempre di più e si estende ad altre località del Brasile. 

 

 

 

1992

I PRIMI CORSI PROFESSIONALIZZANTI

Con l’aiuto di un padre sociale che di professione faceva il fabbro, la Casa do Menor organizza i primi corsi professionali per i giovani e adolescenti delle case famiglia e della comunità.

 

 

 

1993

VILA CLAUDIA

Centro diurno nella favela di Vila Claudia dove si svolgono attività di alfabetizzazione, rinforzo scolastico e corsi professionali di informatica e partecipazione civica, finalizzati a prevenire la vita in strada dei bambini e dei giovani e il loro ingresso nel narcotraffico, molto forte in questa comunità.

 

 

 

1996

CASA DO MENOR TINGUÀ

Viene creata quest’unità per ospitare la casa famiglia André, dedicata al trattamento della tossicodipendenza maschile, e la casa famiglia Jesus Menino per disabili psico-fisici. Si svolgono attività di recupero dei giovani attraverso l’orticultura, lo sport e la partecipazione ai corsi professionali della sede di Miguel Couto.

 

 

 

1998

IRMÃ CELINA

Struttura in cui vengono accolti, durante l’arco della giornata, bambini da pochi mesi fino a 5-6 anni per aiutare i genitori ad accudire adeguatamente i figli, non lasciandoli soli mentre essi lavorano. I bambini ricevono un’educazione e un’alimentazione adeguata. I problemi della malnutrizione e dell’abbandono sono infatti tra le maggiori cause di devianza sociale in Brasile.

 

 

 

2001

CASA DO MENOR FORTALEZA

Costruito nel 2001, il Villaggio del Fanciullo include cinque case famiglia, un centro professionalizzante, un centro ludico-sportivo, una “pousada” per volontari, un ambulatorio sanitario. Si inserisce nel Condominio Espiritual Uirapuru (CEU), dove convivono 22 comunità nate da carismi antichi e nuovi, per dare una risposta alle più svariate questioni spirituali e sociali della città.

 

 

 

2002

CASA REVIVER

Inaugurata nel 2002, questa struttura accoglie bambini in situazione di rischio e vulnerabilità sociale. Oggi nel 2020 è una casa mista di fratelli dai 5 a 11 anni di età.  

 

 

 

2006

ROSA DOS VENTOS

Inaugurata nel 2006, questa struttura ospita un asilo per 75 bambini ed è sede di corsi professionali di informatica, assemblaggio di computer e meccanica ai quali partecipano circa 180 giovani all’anno. Nella struttura, operatori professionali svolgono un lavoro sistematico di psicopedagogia con le famiglie per risolvere le difficoltà di apprendimento riscontrate.

 

 

 

2006

JOVEM APRENDIZ

1500 partecipanti nel primo anno. Oltre 50 mila i giovani che fino a oggi la Casa do Menor ha aiutato a inserire nel mondo del lavoro.

 

 

 

2008

SANTANA DE IPANEMA

La Casa do Menor inizia un progetto di prevenzione ed educazione tra i bambini e gli adolescenti della regione Sertão in Alagoas, in particolare nella città di Santana do Ipanema. Si tratta di una regione di estrema povertà e miseria, dove la destrutturazione famigliare è causa di frequenti casi di violenza domestica, dovuta anche all’abuso di alcool. L’intervento della Casa do Menor è dunque rivolto a quei bambini e agli adolescenti che si trovano in situazione di rischio sociale, candidati a diventare bambini “in” strada.

 

 

 

2013

GUARATIBA

Unità che ospita una casa famiglia dedicata al trattamento della tossicodipendenza e al recupero di adolescenti provenienti da gravi situazioni di rischio, coinvolti nella criminalità e vittime di violenza. Si svolgono attività di recupero attraverso lo sport e la partecipazione ai corsi professionali della sede di Miguel Couto.